Articoli con etichetta ‘Betlemme’

Novità dalla Crèche

venerdì 27 gennaio 2012

Suor Sophie guarda il calendario UnaStradaA partire da gennaio 2012 suor Sophie non è più alla guida dell’orfanotrofio de La Crèche: la nuova referente, suor Elisabeth Noirot, ci ha scritto per salutarci e ringraziarci:

Questa missione di Betlemme non mi é del tutto sconosciuta in quanto l’ ho già condivisa con suor Sophie durante 10 anni dal 1994 al 2004, e ne conosco quindi la grandezza, la bellezza, il valore, l’unicità ma anche la pesante responsabilità e le difficoltà inerenti alla situazione socio-culturale e politica del paese.

Una Strada saluta con affetto Suor Sophie ringraziandola per la testimonianza di una vita dedicata ai bambini in difficoltà.

Qui trovate la lettera completa di suor Elisabeth e qui i saluti dai bambini de La Crèche.

Progetti di sviluppo in Palestina

lunedì 26 dicembre 2011

Nel 2010 la prima Delegazione di Una Strada in Palestina ci ha permesso di avviare tre piccoli progetti di sviluppo in questa terra tormentata, così vicina a noi eppure quasi più lontana dell’India. Gran parte dei contributi sono derivati dal calendario 2012 di Una Strada, dedicato proprio a quel viaggio.

Villaggio di At-Tuwani
Abbiamo contribuito alle spese di un volontario che opera nel villaggio di At-Tuwani, a sud di Hebron, con un progetto condiviso con l’associazione non-violenta internazionale Operazione Colomba: si tratta del corpo nonviolento di pace dell’associazione internazionale Comunità Papa Giovanni XXIII, che da oltre trent’anni opera nel mondo dell’emarginazione.
Lo scopo del progetto è quello di sostenere le famiglie palestinesi in difficoltà, di ridurre la violenza con l’accompagnamento delle persone e l’interposizione nonviolenta, monitoraggio della situazione dal punto di vista del rispetto dei diritti umani.
La nostra offerta è stata destinata a coprire i costi (aereo, vitto. alloggio, assicurazione, spostamenti in loco e pocket money) di un volontario di lungo periodo per un anno. I volontari accompagnano a scuola i bambini palestinesi e i pastori ai pascoli per garantirne l’incolumità, in una zona dove la convivenza tra ebrei e palestinesi non è garantita.

Centro Effeta
Il muro, che separa i villaggi e i territori sta ostacolando i matrimoni: per i Palestinesi la tendenza è quella di sposarsi tra consanguinei anche per mantenere all’interno della propria famiglia il patrimonio. Nascono così bambini con malattie ereditarie a volte anche gravi, che negli ultimi 5 anni sono notevolmente aumentate. Al primo posto ci sono malattie mentali, al secondo l’handicap della sordità.
Il Centro Effeta – struttura dove operano 7 suore e 25 insegnanti – ha come finalità principale la riabilitazione dei bambini sordi per superar l’handicap attraverso il metodo orale con la pratica dell’ascolto e della lettura labiale.
Il nostro contributo permette alle famiglie più indigenti di sostenere la spesa di trasporto casa-scuola dei loro figli, che è molto onerosa per via delle grandi distanze tra i villaggi.
Il Centro ha individuato alcuni alunni tra i più bisognosi e dal mese di Gennaio 2011 ha contribuito alle spese del trasporto scuola – casa.

Villaggio beduino Al Khan al Ahmar – scuola di Gomme
In questo villaggio dal 2009 esiste una scuola realizzata dall’associazione Vento di Terra, lì dove le leggi israeliane non consentono la costruzione di strutture in muratura: così da un sapiente progetto è nata una scuola di gomme, realizzata con copertoni usati, terra e argilla. Nel 2010 la Delegazione di Una Strada ha fatto visita alla scuola ed è nata la volontà di contribuire al mantenimento di questa struttura, con l’iniziale acquisto di una fotocopiatrice.

Calendario Una Strada 2012

domenica 6 novembre 2011

Calendario 2012

Signore e Signori siamo orgogliosi di presentarvi il nuovo Calendario Una Strada 2012Un viaggio nella speranza”: appunti e riflessioni della delegazione che lo scorso anno si è recata in Palestina.
Aggiornamento: quest’anno i contributi per il calendario sosterranno i progetti di sviluppo avviati in Palestina nel 2011: per approfondimenti qui trovate la nuova pagina dedicata!
(altro…)

Riunione d’Autunno 2011

martedì 11 ottobre 2011

Riunione Autunno 2011
Anche quest’anno è arrivata l’occasione di incontrarci per parlare dei progetti che stiamo portando avanti e dei nuovi percorsi che vogliamo iniziare.
Vi aspettiamo SABATO 5 Novembre ore 16.00 alla PARROCCHIA di S. BERTILLA a SPINEA
(altro…)

Nuovi progetti in Palestina

martedì 9 agosto 2011

Progetti in Palestina Circa un anno fa la prima delegazione di Una Strada in Palestina ci ha raccontato le impressioni ricevute nelle visite ai villaggi e alle strutture educative: un racconto duro e triste che ha motivato l’associazione a trovare qualche progetto di aiuto che rispondesse però ai requisiti di controllo che guidano il nostro lavoro.
Alla fine abbiamo individuato 3 progetti, ne abbiamo già finanziati 2 e i loro referenti ci hanno inviato i primi riscontri:
(altro…)

Orfanotrofio La Creche a Betlemme

giovedì 2 giugno 2011

Verso la fine del 2003 la nostra associazione è venuta a conoscenza, da parte di un nostro amico che si è recato più volte a Gerusalemme per lavoro, dell’esistenza di un piccolo orfanotrofio a Betlemme, che si trovava in grosse difficoltà economiche a causa della complessa situazione politica di quella città. Abbiamo così contattato la responsabile, suor Sophie Bouéri, per capire se «Una Strada» poteva in qualche modo essere utile alla sopravvivenza dei bambini ospitati nell’orfanotrofio, ne è nata prima una corrispondenza e successivamente il progetto delle adozioni a distanza dei piccoli ospiti.
Nel corso del 2005 sono state attivate sedici nuove adozioni a distanza, mentre ventidue sono rimaste attive fin dagli ultimi mesi del 2004 e quindi in corso di rinnovo.

Ad un anno di distanza dalle prime adozioni, abbiamo rilevato la difficoltà di mantenere un rapporto continuativo con il bimbo adottato a distanza dai soci, non solo perché ovviamente non è possibile scrivere ad un bimbo di pochi mesi, ma soprattutto perché i bambini ospiti rimangono per periodi diversi all’interno dell’orfanotrofio.Poiché in un anno circa un terzo dei bambini seguiti a distanza dai soci di «Una Strada» hanno abbandonato l’orfanotrofio, abbiamo modificato le modalità di gestione del progetto: ai sostenitori non assegniamo più solamente schede nominative relative a singoli bambini ma anche una scheda generale di presentazione.
Il denaro inviato dalla nostra associazione andrà ovviamente a sostegno dell’intera struttura e non del singolo bambino, come d’altro canto è stato fatto fino ad ora.

Suor SophieRIFERIMENTO: Suor Sophie Bouéri, appartiene all’ “Ordine delle Figlie della Misericordia San Vincenzo de Paoli” ed è la direttrice dell’Orfanotrofio della Sacra Famiglia a Betlemme.

Delegazione Palestina 2010

domenica 7 novembre 2010

Delegazione palestina 2010

E’ finalmente disponibile per tutti la relazione della Delegazione che tra il 17 e il 27 agosto 2010 si è recata in Palestina.
Potete scaricarla cliccando qui [formato pdf 850 kb].

Il gruppo ha scelto di scrivere una relazione in forma di cronaca quotidiana, per trasmettere la ricca varietà degli incontri sia per garantire le diverse interpretazioni e i punti di vista dei partecipanti.

Qui sotto riportiamo una breve sintesi dell’esperienza, tratta dalla presentazione al direttivo fatta lo scorso settembre.
(altro…)

Il blog di Una Strada per Betlemme

mercoledì 15 aprile 2009

L’associazione Una Strada onlus cura ormai da alcuni anni un progetto di sostegno alla Crèche di Betlemme, un orfanotrofio che segue bambini palestinesi orfani o che necessitano di assistenza.

La storia di questi bambini, la potete trovare nel sito della Crèche:

http://www.saintvincentguesthouse.net/Crèche/Crèche_it.htm

e rappresenta pienamente il dramma di questo popolo, che vive ormai da decenni un conflitto con Israele, ma vive anche una complessa realtà culturale e storica.

Suor Sophie delle figlie della carità di San Vincenzo de Paoli dirige questo rifugio dei piccoli palestinesi, e quando riesce ci racconta la storia di alcuni di questi bambini, che noi cerchiamo di aiutare a distanza. Storie che vale la pena conoscere per capire come si può rimanere circondati da due fuochi, da un lato quello dello scontro con Israele che ha attornia Betlemme con un muro togliendole la possibilità di vivere, dall’altro lo scontro con una cultura che porta all’abbandono dei bambini per garantire la salvezza delle madri e dei piccoli stessi, nel caso questi nascano da rapporti extra matrimoniali. Una situazione complessa che suor Sophie ci illustra attentamente nelle sue lettere , che cercheremo di farvi conoscere attraverso i nostri post.

(http://www.unastrada.it/testi/lettera_laCreche.pdf).